Email
fondazionetrasparenza@gmail.com

Categoria

Articoli
In un periodo nel quale si avverte l’esigenza di moralizzare la spesa, è quantomeno singolare l’andirivieni di provvedimenti legislativi che fanno e disfano il sistema dei controlli, strumento senza i quali diventa davvero difficile intervenire favorevolmente sul deficit, sul debito pubblico e sui fenomeni che impediscono la crescita e l’occupazione. La Corte costituzionale, con due recenti e consecutive...
Continua a leggere
I sindaci usciti dalle urne delle precedenti elezioni amministrative, conclusesi lo scorso mese di maggio 2013, hanno avuto un adempimento in più: quello di redigere la relazione di inizio mandato entro novanta giorni dall’assunzione della carica, introdotta a regime nell’ordinamento dal decreto legge n. 174 del 10 ottobre 2012, convertito nella legge n. 213 del...
Continua a leggere
Il D.L. 174/2012, convertito nella legge 213 dello stesso anno, ha introdotto nell’ordinamento tantissime novità, molte delle quali profondamente modificative e integrative del d.lgs. 267/2000, il cosiddetto TUEL. In relazione alle procedure di controllo, rimesse alla competenza della Corte dei Conti, hanno assunto rilievo quelle disciplinate negli artt. 148 e 148 bis, rispettivamente, afferenti: a)...
Continua a leggere
Sommario: 1. Quando e come iniziò il ciclo di spending review; 2. Gli step legislativi successivi; 3. Il progetto attuale; 4. Alcune considerazioni di merito 1. Quando e come iniziò il ciclo di spending review Dopo tante enunciazioni e rinvii (più o meno taciti), intervallati dagli entusiasmi dell’esordio rivelatisi ingiustificati, accentuati dalla nomina di Enrico Bondi,...
Continua a leggere
Un Parlamento super impegnato come non mai nel cambiare le regole che non vanno, quantomeno sul piano teorico. Si parla tanto della necessità di revisionare la Costituzione, nel senso di ivi prevedere il cosiddetto semipresidenzialismo, che appare quantomeno non inviso ad alcuno degli attori della politica, nonostante ci siano tanti tra i più bravi costituzionalisti (extra i...
Continua a leggere
Sommario: 1. Una contraddizione ideologica e in termini; 2. Il Parlamento dell’impunità; 3. La disciplina della procedura di riequilibrio finanziario pluriennale; 3.1. Un’interdizione incidentale della Corte costituzionale; 4. L’indecisione e l’incoerenza della Corte dei Conti; 5. Un decreto ministeriale applicativo ad personas e irragionevole. 1. Una contraddizione ideologica e in termini Il cosiddetto predissesto (meglio, il ricorso alla...
Continua a leggere
Il decreto legge 8 aprile 2013, n. 35, meglio conosciuto come il provvedimento che ha reso possibili i pagamenti dei debiti arretrati verso imprese e professionisti della pubblica amministrazione – intendendo per tale i Comuni, le Province, le Regioni, ivi compreso il SSN e le amministrazioni statali – ha pure inciso profondamente nella disciplina del neointrodotto predissesto....
Continua a leggere
La procedura di riequilibrio finanziario pluriennale, di cui agli art. 243 bis-quater del vigente TUEL, così come integrato dal D.L. n.174/2012, convertito dalla legge n. 213/2012 1 , si formalizza con una apposita adesione, da approvare in Consiglio comunale, e si concretizza con la successiva elaborazione di una sorta di business plan esaustivo, da condividere...
Continua a leggere
E’ un po’ di tempo che il Parlamento si limita a soddisfare le esigenze più estemporanee, trascurando l’impegno necessario per affrontare al meglio la crisi in atto, favorendo il lavoro e la crescita al Paese. Troppe le “distrazioni” e gli interessi di parte, dei quali la politica fa fatica a liberarsi come invece dovrebbe a...
Continua a leggere
E’ di questi giorni (19 luglio 2013) il deposito della sentenza della Corte Costituzionale n. 219, che si è pronunciata in relazione alla incostituzionalità degli artt. 1-7 (fatta eccezione per gli artt. 4, 4bis e 6) e 13 del d.lgs. n. 149/2011 nonché dell’art. 1 bis, commi 1 e 4, del D.L. n. 174/2012, convertito...
Continua a leggere
1 8 9 10 11