Conti pubblici locali

Relazione di fine mandato dei sindaci: qualche fondata perplessità

La pubblicazione della legge n. 68 del 2 maggio 2014 (G.U. n. 102 del 5 maggio 2014), di conversione al D.L. salva-Roma ter (n. 16 del 6 marzo 2014), ha implementato la disciplina della relazione di fine mandato dei sindaci, introdotta nell’ordinamento dal d.lgs. n. 149/2011, lo stesso che ha sancito il c.d. fallimento politico a carico dei primi… Continua a leggere Relazione di fine mandato dei sindaci: qualche fondata perplessità

Corte dei conti: differenze per la P.A. tra l’incarico professionale e la prestazione di servizi

La deliberazione n. 63 del 20 marzo 2014, assunta dalla Sezione regionale di controllo della Corte dei conti per la Puglia, richiamando la deliberazione delle Sezioni Riunite, in sede di controllo (n. 6/2005 e linee di indirizzo e criteri interpretativi allegati), ha fatto ulteriore chiarezza nel distinguere tra incarichi di studio, di consulenza e di ricerca conferiti dalla Pubblica… Continua a leggere Corte dei conti: differenze per la P.A. tra l’incarico professionale e la prestazione di servizi

Sui tagli della spesa delle autonomie territoriali

(secondo la Sezione delle Autonomie della Corte dei conti e la Consulta) di Enrico Caterini ed Ettore Jorio (“Fondazione traPArenza” – Cosenza) La Sezione delle Autonomie della Corte dei conti ha recentemente adottato (20 dicembre 2013) la delibera n. 26/SEZAUT/2013/QMIG, con la quale ha affrontato e risolto una “questione di massima” relativamente alla corretta interpretazione dell’art. 1, comma… Continua a leggere Sui tagli della spesa delle autonomie territoriali

Ancora in tema di dissesto dei Comuni e procedura di riequilibrio finanziario

Il ritiro deciso dal Governo del D.L. n. 126 del 31 ottobre 2013 (il c.d. “salva-Roma”) la dice lunga sulla pratica legislativa di fine anno, quasi sempre utilizzata per soddisfare altresì aspettative localistiche e ad personas. Con esso si è, quindi, dissolto l’emendamento, nonostante fosse stato approvato al Senato1, con il quale veniva offerta la possibilità di aderire… Continua a leggere Ancora in tema di dissesto dei Comuni e procedura di riequilibrio finanziario

Un qualche suggerimento per la politica del fare

Il governo Renzi ha alzato le vele, deciso a navigare con il necessario decisionismo condiviso, esente da ogni tentativo di ingiustificata rallenty, con l’impegno di assumersi le responsabilità dirette in caso di flop. E’ giusto così, sia nell’interesse del Paese, appesantito dai soliti difetti della politica domestica di garantire l’esistente, che del sostegno comunitario. L’azzeramento del deficit (quantomeno una… Continua a leggere Un qualche suggerimento per la politica del fare

Il predissesto è un istituto da rivedere nell’ottica di bonificare i conti pubblici locali (altrimenti è meglio il dissesto, peraltro dovuto)

Reggio Calabria e Napoli sono stati mandati in dissesto, rispettivamente, dalla Sezione regionale di controllo della Corte dei conti di Catanzaro e da quella di Napoli, che non hanno approvato i relativi piani decennali di riequilibrio finanziario, elaborati e licenziati dai rispettivi Consigli comunali, ai sensi e per gli effetti degli artt. 243 bis-quater del TUEL. Tenuto conto della… Continua a leggere Il predissesto è un istituto da rivedere nell’ottica di bonificare i conti pubblici locali (altrimenti è meglio il dissesto, peraltro dovuto)

Se abolissimo le Regioni?

Un Parlamento super impegnato come non mai nel cambiare le regole che non vanno, quantomeno sul piano teorico. Si parla tanto della necessità di revisionare la Costituzione, nel senso di ivi prevedere il cosiddetto semipresidenzialismo, che appare quantomeno non inviso ad alcuno degli attori della politica, nonostante ci siano tanti tra i più bravi costituzionalisti (extra i… Continua a leggere Se abolissimo le Regioni?

Il predissesto: il contenuto della proposta di risanamento

di swap; 4. Accensione dei mutui: un’interdizione incidentale della Corte Costituzionale; 5. L’indecisione e l’incoerenza della Corte dei Conti; 6. Il giudice amministrativo e la sentenza n. 60/2013 della Consulta. 1. In via generale La procedura di riequilibrio finanziario pluriennale, di cui agli art. 243 bis-quater del vigente TUEL, così come integrato dal D.L. n.174/2012, convertito… Continua a leggere Il predissesto: il contenuto della proposta di risanamento